Il candidato a sindaco la prima conseguenza della ritrovata unità

Gaetano Vena
PAOLA
Un consiglio comunale importante, quello previsto per oggi; ma ancora più importanti le riflessioni che seguiranno alla prima assemblea degli iscritti del Pd, con la ritrovata unità del partito su proposta unanime di non passare attraverso le primarie ma con un candidato a sindaco: l’attuale capogruppo di “Socialisti e Democratici Pd” Graziano Di Natale.
Il consiglio comunale di oggi, in seduta straordinaria pubblica, è stato convocato dal presidente Ferruccio Fedele per le ore 15 e in seconda convocazione per domani alla stessa ora. Due i punti all’ordine del giorno: aggiornamento piano localizzazione distributori di carburante per uso autotrazione; adozione aggiornamento Piano spiaggia.
Con le decisioni assunte dal Pd nell’ assemblea degli iscritti, la designazione unanime di Di Natale a candidato a sindaco, il partito che si candida alla guida della coalizione del centrosinistra. «Il Pd – è stato detto – ha fatto lo sgambetto a Perrotta e si è candidato sia come coalizione che scegliendo anche il candidato a sindaco». Questo si ritiene che quasi certamente porterà alla rottura di un’intesa dei due raggruppamenti, perché un consigliere della coalizione di maggioranza, Stefano Perrotta, sabato sera ha aderito ufficialmente al Pd . Il Psdi, tradizionale alleato dei Socialisti e del sindaco Perrotta, avrebbe intenzione di aderire alla nuova coalizione del Pd avendo l’exvice sindaco Piero Lamberti partecipato all’incontro. Ci saranno tante novità e non mancheranno polemiche e dure accuse.
Intanto da indiscrezioni si è appreso che ieri sera, informalmente, si sono riuniti i Verdi: il segretario Giuseppe Melchionda, l’assessore Roberto Cataldo, Francesco Scarpino, Raffaele Condino, Silvestro Mannarino, Tonino Patituttiper fare il punto della situazione alla luce dei nuovi eventi. Domani sera dopo i primi approcci e il “vento” che soffierà al consiglio comunale, a cui quasi certamente parteciperanno anche Stefano, Graziano Di Natale e lo stesso assessore Francesco Città: si terrà insomma la riunione della coalizione del governo cittadino al completo, per sentire “le ragioni dei tre Pd”.
Circa l’adunanza consiliare di questo pomeriggio diciamo che il primo punto riguarda l’istituzione di nuovi 4 lidi che da 16 passeranno a 20 e altri due “rimessaggi”. Il secondo si riferisce invece al recepimento di quanto previsto nel Psc con gli insediamenti di 4 nuove stazioni di carburanti sulla Statale 18 e 2 sul tratto stradale dalla stazione ferroviaria allo svincolo per Fuscaldo.
SBIRCIATO su GAZZETTA DEL SUD del 20/12/2011
Annunci