Tag

, , , , , , ,

Paola. Ritardo nei lavori, ma il patron della società Antonino Nigro rassicura: “Lo costruiremo” – Il torrente sfocia nell’area dell’opera e si attende il nulla osta per deviarlo

di PAOLO VILARDI
PAOLA – Il cantiere è regolarmente recintato, ma i lavori non hanno ancora avuto inizio. In città qualcuno già teme che il porto turistico resterà una grande opera incompiuta, ma il presidente della società Marina di San Francesco, Antonino Nigro, rassicura: “Costruiremo l’opera”.
Nel corso di una conferenza stampa, tenutasi ieri mattina presso gli uffici della società di Piazza del Popolo, il patron ha illustrato l’ostacolo principale che ha impedito l’inizio della costruzione della grande opera da più di 500 posti barca, l’assenza del nulla osta per la deviazione del torrente Fiumarella, che sfocia nell’area portuale. Una conferenza di servizi che sarà indetta a gennaio dovrebbe comportare il rilascio delle opportune autorizzazioni.
L’incontro con i giornalisti di ieri è stato organizzato dalla rappresentanza della Nigro Srl, che nella mista addetta alla realizzazione dell’opera detiene la maggioranza delle azioni, il 51 percento. Chiude il quadro il 30 percento del Comune di Paola, socio pubblico, e il 20 percento dell’altro socio privato, la Cicalese Impianti.
Il presidente Nigro, che ha già investito quasi 500 mila euro, ha riepilogato ai giornalisti i passaggi salienti delle attività societarie: nel corso del 2001 si gettarono le basi per la definitiva realizzazione del porto.
Lo scorso 30 aprile l’assemblea, con l’approvazione del bilancio del 31 dicembre 2010, ha definitivamente preso atto dell’ingresso dei due soci privati: la Nigro Srl e la Cicalese impianti, entrambi di Salerno, i quali dopo aver proceduto alla ricapitalizzazione della società con il versamento del capitale sociale sottoscritto, il 2 maggio 2011 hanno modificato la denominazione sociale da Porto dei normanni in Marina di San Francesco da Paola
Spa.
Il 13 giugno 2011 il Comune ha rilasciato alla nuova società la concessione cinquantennale, consentendo dopo circa un mese di iniziare sistemare l’area per i lavori, con la recinzione della stessa e l’abbattimento definitivo de
“La Conchiglia”, il locale pubblico che era nella zona. Lo scorso 6 agosto la società ha aperto gli uffici commerciali a Paola, in Piazza del Popolo, con le prime sottoscrizioni dei posti barca già messi in vendita. Dal periodo autunnale la società è impegnata nella sistemazione del complesso iter amministrativo ed autorizzativo: fra le prime attività quelle della progettazione dello spostamento dello scarico del torrente Fiumarella, come indicato nelle prescrizioni del Coter e in sede di approvazione del progetto definitivo nel 2005. L’iter amministrativo sta prendendo più tempo del previsto, ma le attività della società comunque non si interrompono. Lo scorso 25 novembre si è svolta la prima seduta della conferenza di servizi per la deviazione del torrente Fiumarella, alla quale hanno partecipato i rappresentanti degli enti regionali che devono dare il loro assenso, fra i quali l’Autorità

di Bacino, la Regione Calabria (settori urbanistica demanio e ambiente), l’Arpacal, la Capitaneria di Porto, le Soprintendenze Paesaggistica e Archeologica, l’Agenzia del Demanio, il Genio Civile Opere Marittime, la Provincia di Cosenza. La conferenza ha aggiornato i propri lavori a gennaio. “Ho un forte profondo rammarico – ha sottolineato il presidente Nigro – per non aver potuto mantener fede alla promessa di inizio lavori subito dopo l’estate, e
di ciò ho il dovere di chiedere scusa alla cittadinanza. Purtroppo la sistemazione delle progettazioni esecutive e dell’iter amministrativo hanno imposto un rallentamento alle attività societarie. Il mio impegno è comunque totale: il 2012 sarà per Paola l’anno del porto. Invito tutti i paolani, tutti i rappresentati delle istituzioni pubbliche e private a dare ciascuno il proprio contributo per questa realizzazione così importante. Un sincero ringraziamento al sindaco Roberto Perrotta per la sua costante vigilante presenza e all’intero Consiglio comunale; un profondo compiacimento per l’accoglimento del porto di Paola da parte della Regione Calabria nel primo
Masterplan – ha concluso Antonino Nigro – della portualità turistica in Calabria”.

SBIRCIATO su IL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA del 31/12/2011

 

Annunci