Tag

, , , , , , ,

Vertice fiume, ieri sera, al Sant’Agostino, alla presenza delle delegazioni politiche di Sinistra ecologista, Mpa, Idv, Partito democratico, Sel e dei movimenti “Paola al Centro” e “Vivere Paola”. Partiti e movimenti del centrosinistra cittadino hanno infatti parlato della scelta del candidato a sindaco, anche alla luce della decisione di Graziano Di Natale di fare un passo indietro, a patto che anche altri (ad esempio Carlo Gravina di “Paola al Centro”) si determinino allo stesso modo.
Ma così non è stato. E, allora, alla luce di una apparentemente insanabile divisione, si è molto discusso della necessità di tenere le elezioni primarie per unire la coalizione tutta.
La scelta di tale istituto è infatti necessaria, ora più che mai, al fine di dimostrare la forza contrattuale di un determinato candidato sindaco rispetto ad un altro. Insomma, ognuno vorrà “misurarsi” per dimostrare quanto – elettoralmente parlando – vale. I due nomi di aspiranti sindaco sul tavolo delle trattative sono quelli di Graziano Di Natale e Carlo Gravina. Nei giorni a venire sarà comunicata ufficialmente la eventuale decisione di ricorrere alle primarie, altrimenti – in caso contrario – il centrosinistra arriverà spaccato alla consultazione amministrativa.
A livello generale, comunque, l’ipotesi più credibile è vi saranno 12 liste elettorali collegate a 4 candidati a sindaco. I giochi sembrano essere quasi fatti a Paola, in vista del voto amministrativo. Resta solo da definire qualche
altra alleanza.
Nel centrodestra il candidato a sindaco Basilio Ferrari potrà contare sull’appoggio del suo partito, il Pdl, che ha già pronte due liste elettorali, mentre il Pri di Sergio Stancato parteciperà con la sua lista e, presumibilmente,
farà la stessa cosa il Grande Sud di Lucio Sbano.
L’Udc, invece, potrebbe staccarsi dal centrodestra ufficiale (e finire in mano a Ferruccio Fedele e Mario Salis), mentre il gruppo storico dello scudocrociato – guidato dai due Paolini (Focetola e Patitucci) – potrebbe mettere
in piedi una lista civica, forte di vari portatori di voti, a supporto di Basilio Ferrari. Poi c’è la terza coalizione, ossia quella del Psdi di Piero Lamberti, con un proprio candidato a sindaco, che al ballottaggio appoggerebbe il gruppo Gentile-Gaetano di centrodestra ed, infine, la lista di “Progetto Comune” che avrà un suo candidato sindaco. Dodici in totale.
g. s.

SBIRCIATO su CALABRIA ORA del 17/012012

Annunci