Tag

, , , , , , ,

SBIRCIAPAOLA, come da tradizione, oltre a recepire le SBIRCIATE dei suoi utenti ed a SBIRCIARE per conto proprio, spesso prende spunto dalla stampa e in particolare dalle dichiarazioni riportate sui quotidiani locali, da parte di politici, amministratori e chiunque dia il “la” a considerazioni che implementino tali dichiarazioni.

SBIRCIAMO e riportiamo le parole del coordinatore del PD paolano Carnevale apprese dall’articolo che segue, che ha diffidato «chiunque a parlare o a partecipare a qualsiasi riunione o trattativa senza averne l’ufficialità dal Partito».

E’ d’obbligo chiedersi, dopo una simile dichiarazione, se il partito fosse al corrente, e quindi se avesse dato l’ufficialità alle proposte (leggasi “trattative”) che alcuni esponenti del PD locale hanno avanzato ad un’associazione di commercianti paolana qualche tempo fa.

Chi ha SBIRCIATO per noi, ci ha riferito che nel mese di ottobre, è stata prospettata loro “l’apertura della giunta comunale alla società civile”, in parole povere la proposta riguardava la nomina ad assessore di un esponente dei commercianti. Questi ultimi, riunitisi più volte per discutere della questione, certi che sarebbe stata un’esperienza positiva per l’intera categoria, specie in vista delle imminenti feste natalizie, comunicarono presto il nominativo del loro rappresentante e quindi la disponibilità a far parte dell’esecutivo comunale.

Certi che a pochi mesi dalle elezioni una nomina simile avrebbe potuto avere ripercussioni a livello politico, i commercianti intesero accettare la proposta ad un’unica condizione: che la nomina fosse fatta solo ed esclusivamente per aderire ad un’apertura alla società civile da parte della giunta, così come avevano palesato la cosa, e non che alla stessa fosse dato un colore politico. La “trattativa” andò per le lunghe, i commercianti già a fine ottobre comunicarono il nominativo, una loro delegazione fu invitata più volte nella sede politica del proponente per predisporre l’incontro con la maggioranza e quindi col sindaco affinchè si potesse procedere alla nomina.

Più volte gli appuntamenti al S. Agostino fissati per tale operazione saltarono improvvisamente per “urgenti riunioni di giunta” o per indisponibilità del sindaco (venne riferito), fino a quando, finalmente, in presenza di tre rappresentanti del PD e del sindaco, si svolse la riunione alla quale i commercianti delegati dall’associazione parteciparono. Di tutto si parlò: dei PISL che l’amministrazione aveva avviato in partenariato con altri Comuni limitrofi, della continuità amministrativa che il sindaco sperava si avverasse dopo l’avvicendamento post elezioni, del nuovo governo Monti appena insediato, … Tra una battuta e l’altra, l’incontro si svolse in un clima cortese e si chiuse col plauso del sindaco ai commercianti che avrebbero partecipato a riunioni allargate della maggioranza. Quindi, nulla di fatto sulla proposta d’assessorato, non un cenno. Il gelo accompagnò gli allibiti rappresentanti dei commercianti fuori dalla sede comunale, il proponente del PD si guardò bene nell’accostarsi a loro e uscì da un’altra parte allontanandosi in compagnia del sindaco.

Ad oggi, ci è stato riferito, resta ancora il dubbio se il sindaco fosse al corrente o meno della proposta avanzata dall’esponente del PD. Leggendo queste righe qualcuno glielo riferirà.

Resta comunque l’amaro in bocca di coloro che, avvicinati dalla politica perchè intenzionata ad aprirsi (almeno sulla carta o nei proclami elettorali) alla società civile , si sono fatti abbindolare per scopi tutt’altro che nobili.

Per chiudere, SBIRCIAPAOLA, si chiede, e se lo chiederanno anche i su citati “trombati”  dal PD, se fu data “l’ufficialità dal Partito” per questa iniziativa.

Di seguito l’articolo dal quale SBIRCIAPAOLA ha preso spunto per raccontare una delle tante storie che stanno allietando l’inverno paolano.

Il Pd rompe coi “perrottiani”

«Totale chiusura delle forze politiche e dei movimenti. Andremo soli»

Il Partito democratico di Paola, di cui è responsabile Gerardo Carnevale, dice basta e rompe le trattative avviate anzitempo con gli altri partiti del centrosinistra in vista delle prossime elezioni comunali.
Una decisione sofferta alla quale il Pd è dovuto giungere per via di alcune “imposizioni”, già decise da qualcuno e senza alcun confronto democratico tra le parti. «Con rammarico – scrive Gerardo Carnevale – abbiamo riscontrato la totale chiusura delle forze politiche e dei movimenti civici “Vivere Paola” e “Paola al Centro”, del tentativo di costruzione unitaria della coalizione avviata dal Partito democratico di Paola, che con senso
di responsabilità aveva inteso ritirare la candidatura a sindaco di Graziano Di Natale e firmato il documento di azzeramento di tutte le altre candidature compresa quella di Carlo Gravina, rappresentante del movimento
civico “Paola al Centro”, al fine di raggiungere una candidatura unitaria».
Tutto ciò, però, «non è stato sufficiente e venendo incontro ulteriormente alla richiesta di rimanere in campo quale candidato a sindaco Carlo Gravina, avevamo inteso superare il tutto con il chiedere sommessamente allo stesso ed ai partiti di confrontarsi tramite le Primarie di Coalizione con il nostro candidato e con quanti ritenessero mettere la disponibilità della propria candidatura«. Tutto ciò «non è stato recepito, ma al contrario anzi ha dato sfogo a nani ed a generali senza esercito di poter dire “prendere o lasciare”. Si assumano le proprie responsabilità coloro i quali hanno inteso forzare fino a tal punto la mano, consapevoli che da questo momento il Partito democratico non parteciperà ad alcuna altra riunione se non dovessero esserci novità su quanto richiesto e che da subito avvierà il confronto con quanti vogliono formare una coalizione che sia aperta e capace di redigere un programma amministrativo serio e fattibile per la nostra città».
Pertanto, al termine del proprio intervento, il coordinatore del Pd Carnevale ha diffidato «chiunque a parlare o a partecipare a qualsiasi riunione o trattativa senza averne l’ufficialità dal Partito».

STEFANIA SAPENZA

SBIRCIATO su CALABRIA ORA del 22/01/2012

Annunci