Questi i numeri che SBIRCIAPAOLA ha registrato al 24 gennaio 2012 dopo ad un mese e mezzo dalla sua nascita:

  • 193 articoli/post
  • 7 pagine
  • 88 categorie
  • 46 commenti (di cui 14 approvati)
  • 5.317 visite con picchi di 433/giorno

Non ci aspettavamo un successo simile ma come in tutte le cose, l’idea tanto più è porosa, tanto più è vincente.

Molti ci apprezzano e ci sostengono e nessuna lamentela ci è giunta finora. Anche se a volte alcuni contributi di SBIRCIAPAOLA possono essere sembrati caustici nei riguardi di precisi argomenti e di persone, i nostri utenti hanno interagito partecipando e ampliando le nostre conoscenze, facendoci intravedere anche altre sfumature e comunque apprezzandone l’intento e l’impegno.

La politica, visto che Paola è in campagna elettorale, occupa gran parte degli spazi del blog: è l’arte di governare la città ed è fatta dalle persone, quelle persone alle quali affidiamo il compito di farci vivere meglio. Se ciò non si verifica è d’uopo che molti dei nostri post abbiano abbracciato linee provocatorie anche se spesso con nuance sarcastiche e mai denigratorie.

A tal proposito, pare che un po’ di “sano” pettegolezzo, se così vogliamo chiamare in modo vezzeggiativo il nostro SBIRCIARE, sia la ricetta preferita di molti. Una notizia degli ultimi giorni ci racconta infatti che un team di esperti ha esaminato il comportamento di un gruppo di volontari coinvolti in situazioni differenti, e ha osservato che “spettegolare” sulle altre persone, quando è ritenuto necessario, avrebbe effetti positivi sulla salute. In nome della scienza, il pettegolezzo conquista una sua dignità e diventa uno strumento efficace per combattere i ritmi frenetici della vita quotidiana, molto più di quanto faccia una bella tisana serale. La ricerca ha evidenziato come il “gossipparo” riponga nella sua confessione la speranza che la brutta azione appena riferita non venga mai compiuta da persone a lui care, e per noi i nostri utenti sono persone care.

SBIRCIAPAOLA commenta spesso i comportamenti negativi osservati in qualcuno, per mettere in guardia una persona, o più persone, sulla sua eventuale scorrettezza o pericolosità e ripone nel suo raccontare la speranza che la brutta azione appena riferita non venga mai compiuta dalle persone, specie se ricoprono un ruolo di rappresentanza della città e dei suoi cittadini. Questo iter, a supporto degli intenti del blog esplicitati nella pagina dedicata all’incipit, è stato oggi implementato dalla ricerca scientifica pubblicata sul Journal of Personality and Social Psychology e condotta dalla University of California a Berkeley, negli Stati Uniti, che abbiamo citato in precedenza.

A tal proposito confermiamo gli esiti della ricerca scientifica, da autori dei nostri post ci sentiamo sollevati ogni volta che mettiamo in guardia i nostri utenti: noi “socchiudiamo gli occhi per osservare meglio” e raccontiamo fatti, attraverso SBIRCAPAOLA, per fare in modo che i nostri utenti possano aprirli.

Annunci