Tag

, , , , , , ,

Una breve considerazione è d’obbligo, alla luce delle 449 visite che SBIRCIAPAOA ha ricevuto ieri.

L’analisi del report sulle visite (a fianco) inorgoglisce tutti noi che crediamo nel blog e che ogni giorno, da casa, dal lavoro, dal cellulare, … ci spendiamo affinchè gli argomenti trattati possano interessare sempre più SBIRCIATORI.

Vedere che tra i top ten, cinque posizioni siano occupate da “pagine statiche” che aggiorniamo sporadicamente, conferma che l’idea di base del blog è vincente. Vuole infatti essere un servizio a disposizione di tutti coloro i quali interessa Paola nella sua eterogeneità: dai necrologi di “a miglior vita” ai pettegolezzi di “cocorito’s square”, dagli avvisi di “aaa affari” agli “sfoghi” e alle “frasi sbirciate”.

Continuano ad essere sempre più SBIRCIATI i contributi riguardanti l’amministrazione del Comune di Paola e la politica: fin dalla genesi del blog ci siamo imposti che l’intento principe sarebbe stato, provare a rendere trasparente ciò che molti cercano di conservare in stato opaco. La “cosa pubblica” dev’essere alla portata di tutti e non di pochi eletti vicini alle poltrone del palazzo, questo modo di pensare e di fare ci sta dando ragione, non solo perchè sono i post più letti ma anche e soprattutto perchè stimolano i nostri SBIRCIATORI a confrontarsi sugli argomenti, a criticare, a renderli partecipi di una realtà che molti vogliono resti elitaria.

La giornata di ieri ha fatto raggiungere al blog il record delle 449 visite gionaliere (il precedente era stato registrato il 14 gennaio con 433) anche se, volutamente, abbiamo preferito dedicarci maggiormente alla GIORNATA DELLA MEMORIA trascurando il gossip locale. Avremmo voluto riportare il RICORDO della Shoah proposto e organizzato dall’Amministrazione Comunale per le scuole, per  quei bambini che saranno i futuri cittadini e amministratori di Paola: non è stato possibile! Gli amministratori erano impegnati ad intitolare l’ennesima strada, certo hanno ricordato il provveditore delle carceri calabresi

Intitolazione a P. M. Quattrone del 27/01/2012

Paolino Maria Quattrone in una cerimonia gremita di autorità religiose, civile e militari, ma avrebbero potuto farlo in qualsiasi altro giorno. Il fatto è che il senso civico manifestato da molti che ci amministrano solo in queste occasioni, avrebbe avuto altro spessore se l’attenzione fosse stata rivolta alla GIORNATA DELLA MEMORIA che, ricordiamo loro, è una ricorrenza istituita dal Parlamento italiano con legge n. 211 del 20 luglio 2000. L’Italia ha in tal modo aderito alla proposta internazionale di dichiarare il 27 gennaio come giornata in commemorazione delle vittime del nazionalsocialismo e del fascismo, dell’Olocausto e in onore di coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati.

Il testo dell’articolo 1 della legge definisce così le finalità del Giorno della Memoria: « La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. »

Annunci