Il simplicissimus

Licia Satirico per il Simplicissimus

Non c’è pace per Michel Martone: non pago delle infelici dichiarazioni sui laureati ventottenni sfigati, il viceministro del Lavoro preferisce al silenzio una precisazione sul suo blog, eterogeneo contenitore di articoli seri, passioni, hobby, discussioni e consigli di tutti i tipi, “perché anche i giuristi hanno un’anima”. Il simbolo di questa pagina è un cervello con la spina staccata: una velata autocritica?
Il sottosegretario ha spiegato di non essersi riferito “a tutti quei ragazzi che per necessità, per problemi di famiglia o di salute o perché devono lavorare per pagarsi gli studi, sono costretti a laurearsi fuori corso”. La via dell’inferno è lastricata di buone intenzioni: la precisazione ha generato in poche ore centinaia di commenti, per lo più indignati e a volte esilaranti. Molte le testimonianze di studenti o ex studenti universitari afflitti da anni di disoccupazione pre- e post-laurea, inumati in un precariato…

View original post 425 altre parole

Annunci