Fds, Cgil, Pd tanti i messaggi di solidarietà al paolano Stanislao Focarelli

Dolcenera: «dedicherò la mia canzone a Sanremo ai due eroi»

Francesco Storino

PAOLA – Binario 21 chiama, Paola risponde.  Da Fds al Pd, per finire alla Cgil tanti i messaggi di solidarietà e le iniziative che si stanno registrando a favore dei due “eroi” sulla torre del Binario 21 di Milano. Talmente tanti che c’è chi ha pensato di farli recapitare di persona.  Il “postino” arriverà a Milano domenica prossima. Ad organizzare la raccolta un gruppo di ragazzi promotori anche di un blog (Sbircia Paola). Le iniziative hanno un unico e comune denominatore il sostegno alla lotta del gruppo dei licenziarti (800 persone) da Servirail.

Il candidato a sindaco Alessandro Pagliaro ha proposto a Stanislao Focarelli di candidarsi nella sua lista nelle prossime elezioni per il rinnovo del consiglio comunale di Paola. E Stanislao ha accettato.

La Cgil inoltre sta avviando una raccolte di firme.

Per il Pd quella di Stanislao e Oliviero: «È una battaglia di dignità per la difesa del posto di lavoro contro una politica di riduzione incontrollata del lavoro siamo per la difesa dei posti di lavoro. Senza se e senza ma».

Per Fds sostengono la lotta il segretario del Prc, Lucio Cortese e Alessandro Pagliaro. Quest’ultimo in merito, ha espresso solidarietà e la vicinanza verso «questa battaglia per il lavoro contro ogni sopruso e contro i licenziamenti selvaggi nella ferrovia. Stanislao ci fa sentire orgogliosi di essere paolani. Propongo un consiglio comunale per sostenere la sua lotta».

Oltre a Stanislao Focarelli ci sono altri due ragazzi di Paola nel presidio, che sono però accampati sotto la Torre. Tanti sono inoltre i ragazzi calabresi che sono stati raggiunti dal provvedimento di licenziamento.

Ieri è arrivato anche un altro annuncio. Testimonianza che la battaglia coinvolge non solo esponenti politici, sindacali e civili ma anche artisti. «Quando canterò al Festival di Sanremo penserò a Stanislao e a Oliviero». Ad affermarlo è Dolcenera, in gara al teatro Ariston con il brano “Ci vediamo a casa”. Una canzone che parla delle difficoltà di avere oggi un alloggio ma anche «della voglia di tornare in un posto sicuro e accogliente». Al Festival Dolcenera dedicherà un pensiero alla storia di Oliviero Cassini e Stanislao Focarelli, i due lavoratori dell’azienda Servirail che, a dispetto del freddo e del gelo, sono accampati sulla torre faro della stazione centrale di Milano per protestare contro il licenziamento di oltre 800 lavoratori avvenuto in seguito all’abolizione dei treni notturni.

SBIRCIATO su IL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA dell/11/02/2012

 

La proposta di candidatura no! Quale altro escamotage inventarsi per raccogliere voti? Attendiamo con ansia le motivazioni di tale iniziativa socio-politica: poco socio, molto politica.

Annunci