Si fa largo intanto anche la lista “Alleanza civica”che avrebbe individuato il suo uomo: Pino Falbo
Gaetano Vena

paola
Nasce ufficialmente un’altra lista per le amministrative a Paola del 6 e 7 maggio prossimi. Più si avvicina la data del rinnovo del consiglio comunale, più cresce l’aspirazione e la voglia di essere direttamente coinvolti nel governo della città. In città circola voce che gli ex Ds non avrebbero condiviso l’adesione alla lista formata dal sindaco Roberto Perrotta che dopo varie trattative con la delegazione del Pd guidato dal dirigente Gerardo Carnevale non si è riuscito a riunificare il centrosinistra e le incertezze sono state superate con la scelta a candidato alla carica di sindaco di Carlo Gravina. Passando alla nuova lista, questa ha assunto la denominazione di Federazione della sinistra che ha scelto quale candidato a sindaco Alessandro Pagliaro, giornalista e con alle spalle diverse esperienze politiche. È stato già candidato alla guida del Comune. Nella presentazione della lista del candidato a sindaco, dopo avere evidenziato «che secondo la Federazione le candidature alla carica di sindaco centrodestra e centrosinistra non rappresentano vasti settori della città». Si rileva, pertanto, «che la sinistra storica, sociale e di classe plurale e diffusa rappresenta importanti settori dei maggiori partiti, l’associazionismo democratico e progressista, il volontariato sociale», e altri settori del mono del lavoro, «che hanno già manifestato un forte malcontento per l’incapacità dei burocrati politici». Queste e altre motivazioni, facilmente intuibili sono alla base della scelta della nascita della Federazione della sinistra. La lista è aperta «a soggetti individuali e collettivi con i quali la Fds – è stato detto dai componenti della stessa – come volontà politica vorrebbe camminare a pari titolo senza pretese egemoniche». C’è un’altra lista in procinto di scendere in campo. Si tratta di “Alleanza Civica per Paola”, che sarebbe pronta a candidare a sindaco Pino Falbo, proposto, sembra, da Mimmo Scagliola. I delegati della Federazione della sinistra e di quest’ultima lista, nonché l’ex segretario dei Ds e Mario Valitutti ex Margherita componente del consiglio nazionale ed ex Ds, avrebbero avuto degli incontri con la nuova lista, con il Psdi di Piero Lamberti con candidato a sindaco Giovanni Abruzzo. Quali le finalità di queste manovre? Dalle scarse indiscrezioni filtrate a quanto pare questi primi approcci sarebbero serviti per ragionare e verificare se ci siano o meno le condizioni per la formazione di una sola o più liste di centrosinistra con un unico candidato a sindaco. Vedremo nei prossimi giorni quello che accadrà. Se l’iniziativa dovesse sortire un esito positivo allora a Paola scenderanno in lizza il centrosinistra con la scelta di un candidato a sindaco condiviso da tutti i partner e promosso dal Psdi, oppure una figura di superamento per non scontentare nessuno. Le liste già pronte sono due. Quella del centrodestra formata dal Pdl, Udc, Pri e Grande Sud con candidato a sindaco Basilio Ferrari capogruppo consiliare e componente del nuovo direttivo del consiglio dell’ordine forense e la lista composta dal Pd, Psi, Idv, Sel, Verdi, Mpa, Api e i movimenti “Paola al Centro”, Vivere Paola di cui è sindaco già scelto il promotore del moviemento “Paola al centro” Carlo Gravina” (cattolico, progressista) che oggi in un bar di via Valitutti terrà una conferenza stampa alle ore 11. In tutto le liste in campo dovrebbero 3 o 4.
SBIRCIATO su GAZZETTA DEL SUD del’11/02/2012
Annunci