Tag

, , , , , , ,

Del raggruppamento faranno parte Udc, Pri, Grande Sud e una Civica

Gaetano Vena
PAOLA
Il Pdl ha raccolto richieste di candidature che superano di gran lunga il numero utile a comporre una lista elettorale. Per cui ha deciso che nei prossimi giorni si provvederà ,attraverso una commissione elettorale, alla composizione della lista del Pdl e di una lista civica. sempre di riferimento del partito, al fine di accogliere le istanze che al di sopra di ogni aspettativa giungono da molte categorie sociali. Il Pdl oltre a guidare la coalizione composta da Udc, Pri e Grande Sud, scenderà in campo per le amministrative del 6 e 7 maggio prossimi con 5 e forse anche una sesta lista (a sorpresa) capeggiate dal candidato a sindaco, il capogruppo consiliare Basilio Ferrari.
È quanto è emerso dall’incontro del coordinamento comunale riunitosi per la definizione delle liste e per affinare i punti programmatici. Durante l’incontro sono stati ringraziati i ragazzi della “Giovane Italia” che nei mesi scorsi hanno fatto il giro di quasi tutti i quartieri della città con un gazebo per raccogliere istanze e idee dei di Paolani.
Con riferimento al programma da proporre agli elettori il coordinamento rileva che «il Pdl non parte da zero. In questi anni più volte nell’azione d’opposizione svolta al consiglio comunale si è riusciti ad individuare punti critici di un’amministrazione comunale disastrosa con proposte alternative che oggi debbono essere messe in campo. Con questo spirito di alternativa costruttivo verso i bisogni dei cittadini di Paola – si sottolinea in una nota – il Pdl sottoporrà al candidato a sindaco della “Coalizione dei Moderati”, avvocato Basilio Ferrari, i temi su cui si ritiene di dover agire per rendere la città nuovamente protagonista sulla scena regionale e nazionale garantendo benessere e una migliore qualità della vita alla propria comunità».
«La sinergia con il governo regionale guidato dal presidente Scopelliti nell’ambito della Regione ha saputo riconoscere alla città di Paola quel ruolo piuttosto mortificato dalle precedenti amministrazioni regionali. Tra tutte le iniziative intraprese, in un solo anno e mezzo, quella relativa al potenziamento dell’ospedale di Paola ,voluta e sostenuta con determinazione dal presidente Scopelliti rappresenta la vera cartina di tornasole per comprendere che sarà necessaria una sinergia di intenti con la Regione Calabria. Una sinergia che nasce da sentimenti comuni ,dalla volontà politica del Pdl di continuare sul percorso intrapreso nel cambio dei metodi politici, nel rinnovamento e nell’investire su una classe dirigente nuova, moderna, dinamica, che con passione vuole davvero cambiare le cose. Il Pdl ha già individuato risorse da cui si potrà attingere per sviluppare il turismo religioso integrandolo con quello balneare, attraverso investimenti concreti che favoriranno virtuosi processi occupazionali».
Dopo altre considerazioni, sul comunicato si evidenzia che «altre misure e risorse sono state individuate per le politiche sociali con riferimento ai giovani e alle problematiche che li investono. Gli strumenti che verranno posti in essere non dovranno aggravare le già tartassate tasche dei cittadini, anzi con misure concrete si attuerà un piano di equilibrio sociale nel pagamento dei servizi, attraverso una “carta dei servizi” con le famiglie più deboli che dovranno pagare meno, ricevendo efficienza e qualità dal Comune. La pressione fiscale comunale, specialmente quella del 2011, ha registrato un’impennata ingiustificata a fronte di un debito comunale insopportabile. Tra i punti prioritari vi è comunque lo sviluppo economico. Il Pdl attuerà un piano concordato con le categorie e tutte le forze sociali per investire nel commercio e nell’artigianato onde rimettere in circolo l’economia e favorire lo sviluppo e il lavoro».
SBIRCIATO su GAZZETTA DEL SUD del 12/02/2012
Annunci