Tag

, , , , , , ,

Carlo Gravina: «mai aderito al Pdl»

Progetti e programmi futuri nel segno della continuità ma con metodi nuovi e diversi

PAOLA – «C’è una responsabilità civile nei confronti del paese e non è solo politica». Carlo Gravina il candidato a sindaco della coalizione rappresentata da Psi, Pd, Fli, Verdi, Api, Idv, Mpa e dai movimenti Vivere Paola e Paola al Centro si presenta. E nel farlo pone l’accento sulla centralità dei cittadini e delle problematiche inerenti Paola. Passaggi obbligati anche quelli dei trascorsi politici nel centrodestra che Gravina non rinnega, puntualizzando però che: «sono stato 15 anni in Forza Italia, ma non ho mai aderito con convinzione al Pdl. Sono però stato fedele al ruolo che mi era stato assegnato dall’elettorato. Ci sono state tante proposte in consiglio comunale questi anni. Molto delle quali sono state recepite dall’amministrazione. Il mio è stato modo diverso di fare opposizione rispetto ai miei compagni. Costruttivo».

A questa coalizione di centrosinistra ci sono state adesioni sofferte. Tra cui quella del Pd. E alla domanda di perché scegliere di non fare le primarie Gravina risponde rimarcando che: «io non solo il candidato del centrosinistra. Non sono uscito dal Pdl per aderire alla sinistra. Faccio parte di un movimento che rappresenta la voglia di fare qualcosa per Paola. A prescindere dalle appartenenze».

Alla conferenza erano presenti tra gli altri anche il sindaco Roberto Perrotta, il rappresentante del Pd, Graziano Di Natale, nonché Raffaele Condino (Verdi), Josè Grupillo (Idv), Franco Caruso (Psi) e l’ex sindaco Antonio Pizzini.

Nel corso dei lavori è intervenuto anche Di Natale che ha spiegato: «quella del Pd è stata una scelta sofferta. Ma per amministrare ci vuole una squadra coesa. Abbiamo fatto un passo indietro per favorire l’unione. Ora è necessario fare tutti gli sforzi possibili per recuperare coloro che non sono sicuri di questa operazione».

Gravina ha apprezzato il gesto del Pd lodando innanzitutto Di Natale: «un gesto di responsabilità importante nei confronti del Paese».

Il candidato a sindaco ha quindi ringraziato il primo cittadino Roberto Perrotta per averlo voluto alla guida di questa coalizione rimarcando e sottolineando il lavoro svolto dall’amministrazione per la crescita della città «la coalizione che è stata costruita è pronta a governare Paola in una maniera nuova partendo però dall’esperienza positiva e dall’eredità lasciataci da Roberto Perrotta».

Quindi il sindaco nel prendere la parola ha spiegato: «abbiamo fatto tanto ma si poteva fare di più. Bisogna proseguire così tenendo conto delle esigenze della città di Paola. Oggi ci giochiamo una battaglia importante. »

Poi ancora Gravina ha rimarcato che con la sinergia degli altri enti (regione e comuni limitrofi) Paola può puntare alto. «Penso un comune imprenditoriale. Che va alla ricerca di finanziamenti per crescere. Una città che può andare lontano puntando sul Porto e sulle attività commerciali, rilanciando il lungomare, il turismo balneare e la montagna. Altro progetto importante la metropolitana leggera che consentirebbe di raggiungere velocemente Paola da Cosenza».

FRANCESCO STORINO

SBIRCIATO su IL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA del 16/02/2012

Annunci