Tag

, , , , , , ,

Gaetano Vena

PAOLA
Al momento, in città, il toto candidati a sindaco coinvolge 6 personalità e se l’ipotesi del ripensamento della candidatura della Senatrice Ganeri o di De Matteis o di un personaggio scelto dal nascituro centro sinistra dovesse rientrare, i candidati diventerebbero 7. Ecco gli attuali: Basilio Ferrari (Pdl); Carlo Gravina (Paola al Cenro-Psi in tutto 10 fra partiti e movimenti); Alessandro Pagliaro (Federazione della sinistra); Giovanni Abruzzo (Psdi); Pino Falbo (ex Ds); Vittorio Crocicchio e Mario Valitutti, il primo segretario dimissionario del Pd ed ex consigliere nazionale della Margherita, il secondo, (ancora da determinare la sigla). E andiamo ora alla coalizione che avrebbe voluto dare vita al centrosinistra. I militanti che si riconoscono nei partiti e movimenti del centrosinistra, appunto, considerato che in questa campagna elettorale c’è stata molta delusione e molti elettori si sono sentiti confusi e presi in giro dal politichese come è avvenuto a livello nazionale volendo ricreare le condizioni di una politica corretta, cristallina e leale senza imbrogli e senza inganni, su sollecitazione di tanti cittadini, dopo aver contattato altri amici, professionisti e artisti, si sono riuniti nell’ambulatorio del medico De Matteis. Tra i presenti oltre alla senatrice Antonella Ganeri e a De Matteis che ha fatto gli onori di casa, c’erano i professionisti Marta Perrotta, Lucio Cortese e Edoardo Stefano di Rc; un rappresentante del Pdci; Nuccio Guaglianone di Sel; Massimo Florito e Domenico Branchicella; Leopoldo Lombardo esponente della società civile; un nutrito gruppo di giovani di movimenti cattolici e tanti altri. A distanza di un paio di giorni si è svolta una seconda riunione, mentre a De Matteis pervenivano da Paola e da professionisti e artisti che lavorano fuori Regione richieste di adesioni alla futura lista e sollecitazione per avviare l’organizzazione e i lavori per il programma e la compilazione delle liste della nuova coalizione. Nel primo approccio dopo un intervento di alta caratura della senatrice si è parlato di formazione della coalizione, del programma e dei metodi e criteri per cambiare il sistema gestionale e rilanciare la città in tutti i settori. Alla seconda riunione l’entusiasmo è andato scemando e ritenendo stretti i tempi per la data del voto, si sono tutti dichiarati a disposizione e propensi ad affrontare i tanti problemi che sicuramente verranno fuori dopo le elezioni. «Sicuramente – ha detto De Matteis – sarebbe stato un errore far disperdere una così ricca risorsa ideologica del centrosinistra che rischia di scomparire».
SBIRCIATO da GAZZETTA DEL SUD del 17/02/2012
Annunci