Il Post Viola

Abbandonata. Dimenticata. Da 117 giorni nelle mani di un gruppo armato che la tiene in ostaggio da qualche parte laggiù, nel sud-est dell’Algeria. E’ lì che Rossella Urru, 29 anni, cooperante italiana, è stata rapita da un commando la notte tra il 22 e il 23 ottobre scorso. In quelle terre devastate da guerra e miseria, Rossella si occupava di rifornimenti alimentari per il campo profughi Saharawi di Rabuni traboccante di donne e bambini allo stremo.

Le ultime notizie che si hanno di Rossella risalgono a dicembre quando un gruppo dissidente dell’Aqmi (Jamat Tawhid Wal Jihad Fi Garbi Afriqqiya ) ha rivendicato il rapimento. Da allora più nulla. Silenzio. I media e il mondo politico sembrano assolutamente disinteressati. Forse perché non fa audience, forse perché non porta voti.

Unica eccezione il Tg3 che ha inserito un banner che campeggia nella parte alta della sua homepage. “Lo terremo fino alla liberazione di…

View original post 175 altre parole

Annunci