il blog di Domenico Di Giacomo

Nel più totale silenzio mediatico si è compiuto un vero e proprio attentato all’agricoltura europea ed in particolare a quella italiana.

Il Parlamento europeo (369 sì, 225 no e 31 astensioni) ha approvato l’accordo Ue – Marocco che liberalizza, in parte, il commercio di prodotti agricoli e di pesca con l’idea di sostenere quella transizione democratica iniziata con la Primavera araba.

L’accordo commerciale rappresenta una tappa verso un accordo di libero scambio e porterà ad eliminare il 55% delle tariffe doganali sui prodotti agricoli e di pesca marocchini (dal 33% attuale) e il 70% delle tariffe sui prodotti agricoli e di pesca dell’Ue in 10 anni (rispetto all’1% attuale). Tra le misure di salvaguardia ricordo che non saranno liberalizzate le produzioni di pomodori, zucchine, cetrioli, aglio, clementine e fragole, sono previste delle quote di scambio legate alla produzione stagionale europea ed inoltre obbligo di rispettare, per il Marocco, nell’esportazione dei propri prodotti…

View original post 410 altre parole

Annunci