Francesco Storino

PAOLA – Saranno cinque o forse quattro i candidati a sindaco che si contenderanno nelle prossime elezioni il comune. Proviamo a fare una prima analisi degli aspiranti, delle liste che li sostengono e diamo un’occhiata alle ultime elezioni. Le passate competizioni hanno visto in campo 15 liste, cinque candidati a sindaco e ben 292 candidati al consiglio Una marea considerato che si recarono a votare circa 9500 elettori. Sono due coloro che riproveranno a conquistare il comune: Alessandro Pagliaro e Basilio Ferrari.

Pagliaro alle scorse elezioni fu supportato da una lista di Rifondazione Comunista. Adesso ad appoggiarlo ci sono la Fds (Prc e Pdci), e il movimento civico Cambia Paola. Ferrari invece fu il candidato di Fi, An, Udc e di Rifondazione democratica. Oggi potrà contare sull’aiuto di Pdl, Udc, Pri e Grande Sud e di una civica del presidente della regione Scopelliti. In campo nel 2007 c’erano anche l’ex manager dell’Asl n° 1 di Paola, il dottor Ennio Logatto con la civica “Il faro”, nonché il dirigente, Franca Arlia sostenuta da Pdm, Ds, Uniti per Paola, Dc e Udeur. E infine l’attuale sindaco di Paola, Roberto Perrotta appoggiato da Psdi, Unità socialista (Psi) e dalle civiche Uniti per il centrosinistra e Uniti per la democrazia. Oggi considerato che il dottor Logatto e la dottoressa Arlia si sono allontanati dalla politica ci saranno volti nuovi, ma non troppo. Gli aspiranti alla poltrona di sindaco Carlo Gravina e Giovanni Abruzzo furono nel 2007 in campo come consiglieri. Il primo con Forza Italia e quindi in appoggio di Ferrari, il secondo con il Psdi a sostegno di Perrotta. Entrambi hanno rotto con le loro coalizioni. E così Carlo Gravina è oggi dall’altra parte sostenuto da: Pd, Psi, Mpa, Idv, Verdi, Api e Fli. Un po’ di centro, un po’ di sinistra e movimenti civici (Vivere Paola e Paola al Centro). Ma c’è anche tanta destra. Esponenti già del Pdl che hanno deciso di sostenerlo, da Antonio Pizzini a Michele Iannello. Tra le liste più forti ci dovrebbe essere quella del sindaco. Il Psi punterà tra gli altri su Roberto Perrotta (capolista), Ivan Ollio, Pino D’Andrea, Giovanni Politano, Francesco Sorace, nonché su Roberto Cataldo e Raffaele Condino (quest’ultimi dei Verdi). Idv guidata da Josè Grupillo potrebbe unirsi con Mpa che punterebbe su Salvatore Guida. Ci sarà Fli dell’assessore Franco Perrotta ma non è dato a sapere se arriverà a fare una lista intera di sedici candidati e Paola al Centro di Franco Fedele che punterebbe tra gli altri su Italo Ramunno. In lista con il Pd a parte i dirigenti Graziano Di Natale e Mimmo Abramo ci dovrebbero essere Alfonso D’Arienzo, Massimiliano Cupello, Lucia Baroni, Sara Sbano.

Diamo un’occhiata alle liste di centrodestra. Con Il Pdl ci saranno Ernesto Trotta (capolista), Francesco Serpa, Paolo Romagno, Emilio Perfetti, Mimmo De Rosa, Silvio Buono, Totonno Logatto. Con Il Pri Antonio D’Angelo, Mary Siciliano, Francesco Aloia e forse Sergio Stancato. Nell’Udc c’è una marea di candidati giovani così come nel Grande Sud che dovrebbe presentare come capolista Francesco Sbano.

Psdi e Alleanza civica schierano come candidati a sindaco Giovanni Abruzzo e Pino Falbo. I due partiti sono comunque al lavoro per le liste e per verificare se è possibile puntare su un solo candidato a sindaco.

SBIRCIATO su IL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA del 20/02/2012

Annunci