Scuola "come punto d'eccellenza ove distribuire i vari sistemi di produzione energetica alternativa..."

Scuola d'eccellenza

Con Delibera n°3 dell’8/01/2012 il Consiglio Comunale di Paola “APPROVA l’adesione formale al Patto dei Sindaci…”.

Il Patto dei Sindaci ( Covenant of Mayors) è un’iniziativa sottoscritta dalle città europee che si impegnano a superare gli obiettivi della politica energetica comunitaria in termini di riduzione delle emissioni di CO2 attraverso una migliore efficienza energetica e una produzione e un utilizzo più sostenibili dell’energia. 

Oltre al video che si riferiva alla costruenda scuola d’eccellenza, e alle foto che testimoniano l’aver costruito la scuola dimenticandosi dell’eccellenza, invitiamo chi volesse approfondire la questione, a visitare il sito pattodeisindaci.eu.

La DOMENICAMBIENTE che il18 dicembre 2011 si è svolta  in Piazza 4 novembre presso il gazebo della Polizia municipale, pubblicizzata con i manifesti dell’Energy Day di aprile (un dettaglio di poco conto), avrebbe impegnato i tecnici dell’Ufficio del Patto dei Sindaci del comune di Paola per distribuire materiale divulgativo vario ed una brochure informativa riguardante il risparmio energetico ed idrico, la lotta a i cambiamenti climatici e la raccolta differenziata. Per i più piccoli erano previste postazioni pc presso cui poter giocare on-line con giochi riguardanti le stesse tematiche. Il tutto NEL GAZEBO DELLA POLIZIA MUNICIPALE.

Di seguito l’articolo della Gazzetta del Sud al riguardo.

Il Comune punta alla Green economy

Contributi per impianti fotovoltaici

Gaetano Vena
paola
Impianti fotovoltaici e dimensionamento scolastico sono oggetto di due distinte note stampa. Il cittadino paolano che intende sviluppare fonti di energia alternativa nella propria abitazione o nei fabbricati di sua proprietà ha certezza di promuoverla con una progetto denominato “Tetti fotovoltaici per tutti” con finanziamenti dilazionati presentando una domanda al protocollo del Comune di Paola. «Tutto il bando con i modelli da compilare – come ha reso noto il consigliere dei Verdi con delega all’elettricità Raffaele Condino – sono elencati e riportati sul sito internet del Comune che ha stipulato un rapporto di collaborazione con la società Pgv ingegneria Srl di Belvedere Marittimo.
Il bando che disciplina tutte le procedure per la concessione e per l’erogazione di un contributo in conto finanziamento del costo dell’intero impianto può oscillare tra 3 e 20 kw. Gli accreditamenti sono già aperti e i cittadini interessati possono accedere a questa agevolazione tramite domanda debitamente compilata, come detto, al protocollo del Comune di Paola. «La Green economy – ha detto Condino – di cui si è parlato e si parla tanto fra qualche anno diventerà senz’altro un fiore all’occhiello in tutti i comuni. Già al campo sportivo di Paola in contrada Tina sulla tribuna è in corso la sistemazione dei pannelli fotovoltaici per 26 kw per erogare energia da poter bastare all’esigenze dello stadio comunale e delle strutture viciniori. Si tratta di un finanziamento di oltre 100mila euro ottenuto dal Ministero delle attività produttive. I lavori sono in corso con l’impegno di completarli prima delle fine del prossimo mese di marzo.
Per quanto riguarda il dimensionamento scolastico il segretario generale del Sab Francesco Sola per venire incontro alle numerose richieste pervenute dal personale della fascia del Tirreno cosentino mercoledì 22 febbraio alle ore 16 sarà nella sede del Sab di Paola in via Lao n. 9 per illustrare al personale interessato le conseguenze del piano di dimensionamento della rete scolastica e le posizioni giuridiche dei docenti e del personale Ata .Nel merito si evidenzia che il personale interessato a secondo del grado di scuola (infanzia, primaria e media) sarà trattato ai fini della conferma nell’attuale plesso o sede secondo le diverse disposizioni previste dall’apposito contratto che regolamenta la mobilità per l’anno scolastico 2012-2013 che, a tutt’oggi, risulta solo in bozza. Per cui tutto il personale coinvolto, prima di effettuare scelte o diritti di opzione per un plesso, magari quello dove attualmente presta servizio, confluito in altra istituzione scolastica, deve attendere l’emanazione del contratto della mobilità. Saranno presenti all’incontro i candidati Rsu del Sab del comprensorio.
SBIRCIATO su GAZZETTA DEL SUD del20/02/2012
Annunci