Stigmatizzata la “grande confusione” in cui naviga il centrosinistra

Gaetano Vena
PAOLA
Campagna elettorale, giro di vite da parte della “coalizione dei moderati (Pdl, Udc, Pri e Grande Sud) con la mobilitazione di iscritti e simpatizzanti. Affissi vari manifesti, sui muri della città, per spiegare l’importanza del ruolo del centrodestra alla Regione e nella città.
Il coordinamento del Pdl si dice “basito” da come stanno lavorando i gruppi avversari «che sostengono l’attuale amministrazione comunale. Consigliamo a questo gruppo di consultarsi prima con il sindaco in carica, in modo da non creargli imbarazzo visto che sembra isolato nei ringraziamenti al presidente Scopelliti per il lavoro svolto per la città sui fondi della protezione civile sino all’impegno preso per il potenziamento dell’ospedale. Tutto ciò mentre noi parliamo di sviluppo, lavoro, giovani, prospettive per una città migliore. Il fatto che il presidente Scopelliti, la giunta regionale stiano facendo cose buone per la città, confermate dai plurimi e documentabili ringraziamenti del primo cittadino, dimostra che nonostante in quest’anno e mezzo di un’amministrazione comunale di centrosinistra, abbiamo tenuto fede agli impegni presi nell’interesse della città senza guardare colore politico».
Aggiungono dal Pdl: «Addirittura si chiede al presidente Scopelliti di esser uomo politico di parte pur essendo coordinatore regionale del Pdl. E’ come se noi chiedessimo al presidente Oliverio di non essere uomo politico di parte».
Dopo altre analoghe similitudine (giudicate «follie»), riferendosi ad altre personalità politiche del Pd fra cui lo stesso Loiero, il Pdl mette in evidenza che tutto questo deriva dalla «confusione, la grande confusione generata da un’inequivocabile mescolanza. Perché in campagna elettorale questi gruppi mescolati dell’amministrazione comunale tentano, senza riuscirci, di creare notizie inesistenti. Sull’ospedale è chiaro a tutti che mentre il loro centrosinistra e il loro Loiero avevano chiuso il nosocomio paolano, il presidente Scopelliti l’ha finanziato per potenziarlo e avviarlo ad un futuro roseo. Questi è tanto chiaro ai cittadini che hanno applaudito il presidente Scopelliti in consiglio comunale a Paola, così come è stato chiaro, e faremo vedere le registrazioni se richieste, fino a qualche settimana fa al sindaco che, con molta obiettività e non poteva essere altrimenti, lo ha ringraziato in quello stesso consiglio comunale, con molta più obiettività di quei consiglieri comunali, forse gli stessi che generano comunicati a nome della coalizione, che solo qualche giorno prima del consiglio comunale paventavano problemi di chiusura, salvo poi a rimanere silenti nel consiglio comunale dove è venuto Scopelliti per documentare come Loiero voleva chiudere il nosocomio».
SBIRCIATO su GAZZETTA DEL SUD del 20/03/2012
Annunci