SBIRCIAPAOLA rende edotti gli elettori pubblicando il racconto integrale di Francesco Sarpa riguardo il sorteggio degli scrutatori per le amministrative del 6-7 maggio 2012 che è avvenuto stamani 16 aprile 2012 presso il Municipio di Paola.

Vi racconto ciò che è successo, senza fare nessun commento perché sarete voi a farvi un opinione.

Per legge ci sono due possibilità di nomina degli scrutatori, la prima è la nomina diretta da parte della commissione elettorale e la seconda è il sorteggio dei nominativi.
La commissione elettorale del comune di Paola ha optato per la seconda possibilità, il sorteggio.
La lista degli aspiranti scrutatori è formata da 1550 nominati circa, e l’ufficio elettorale ha effettua una scrematura di 1050 persone, perché CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE, LAVORATORI, e persone che avevano GIA’ SVOLTO TALE MANSIONE.
La lista dei probabili scrutatori contava 498 aspiranti, per un totale di 72 “posti”. Dopo aver minuziosamente avvolto dei bigliettini recanti un numero cui corrispondeva un nominativo della lista, hanno chiuso lo scatolo e siamo saliti in aula consiliare, senza possibilità alcuna, da parte di qualcuno di poter verificare il numero dei bigliettini presenti nello scatolo.
Al sorteggio erano presenti circa 20 persone tra ragazzi e adulti.
Una signora si avvicina per controllare se lei faceva parte della lista e non era presente, perché si giustificano che lei aveva rifiutato o era assente quando 6 anni fa le era stato dato l’incarico di fare la scrutatrice e che quindi non aveva il diritto a partecipare a questa selezione.
La signora invece asserisce che lei non ha mai fatto la scrutatrice e che non ha mai ricevuto alcuna carta da nessun messo comunale e che quindi ha il diritto di far parte di questa selezione, permesso negato. Allora prova la carta del “principio” e afferma che se verrebbe sorteggiata rifiuterebbe la nomina, niente da fare la commissione e gli addetti all’ufficio elettorale e il Sindaco venuto ad assistere per circa 15 minuti non accettano la condizione, ma la signora parteciperà allo svolgimento ma solo come pubblico.
Un altro ragazzo ancora prima di cominciare il sorteggio controlla la lista e anche lui non avendo nessuna condizione escludente, non risulta nella lista, e allora chiede il permesso al reintegro e gli viene consentito perché avevano sbagliato a pensare che era lavoratore e invece era disoccupato anche di lunga data, lo stesso viene inserito e verrà pescato come riserva.
Si inizia facendo pescare a turno dei ragazzi che erano lì presenti, ma subito ci sono problemi in quanto vengono pescati dei lavoratori presso il tribunale, e altre realtà importanti, e subito comincio a sollevare alcuni dubbi riguardo alla possibilità che magari per qualche errore avrebbero eliminato qualcuno che non era presente al sorteggio e che non avrebbe avuto la possibilità di constatarlo, all’addetto all’ufficio elettorale ma cadono nel vano e andiamo avanti.
Mi viene chiesto di pescare anche a me, ma rifiuto consapevole del fatto di essere candidato e non sembrandomi corretto rifiuto dicendo chiaramente che sono candidato ai presenti.
Pescando ancora, vengono fuori nominativi di CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE tra cui un capolista, e sollevando altri dubbi  ai presenti, tra cui il consigliere o ex assessore di maggioranza uscente Sorace (mi dicono perché non lo conosco), si alza con un fare arrogante e mi esclama “stai facendo tutto questo perché vuoi inserito il tuo nome?? Come ti chiami che lo inserisco” e io “semplicemente pretendo trasparenza e correttezza, e non voglio fare lo scrutatore (e ne ho parenti che hanno fatto la domanda) perché  sono candidato al consiglio e non mi sembra corretto oltre che possibile ”.
Gli animi si surriscaldano e all’ennesimo lavoratore che viene segnalato ormai rimanevo in silenzio, tanto era inutile, qualcuno se ne è pure andato in anticipo non aspettando la fine del sorteggio.
Ora tornando a casa e rileggendo i nomi, mi è venuto un dubbio e controllando con gli scrutatori del 2010, due nominativi che sono stati pescati, uno nelle riserve (cioè tra quelli che prenderebbero il posto dei titolari nel momento di assenza) e l’altro tra i titolari, l’hanno già svolta la mansione.
Questo è stato il sorteggio.
Francesco Sarpa
SBIRCIATO su miglioriamopaola.blogspot.it
Annunci