Sono stati condannati all’ergastolo i boss cosentini Domenico Cicero e Ettore Lanzino (latitante). La Corte d’assise di Cosenza – che ha accolto in pieno le richieste del pm della Dda Vincenzo Luberto – li ha riconosciuti colpevoli di essere i mandanti degli omicidi di Vittorio Marchio e Marcello Calvano, avvenuti 13 anni fa. Condannato a 14 anni anche Vincenzo Dedato  (ex contabile dei clan oggi collaboratore di giustizia). Pena decisamente più mite, infine, per Giuliano Serpa, al quale sono stati inflitti due anni di reclusione per estorsione. Il pm ne aveva chiesti 4.  Assolti, infine, Ulisse Serpa e il pentito Francesco Amodio.    (A.B.)             

SBIRCIATO su CALABRIA ORA del 20-04-2012

Annunci