Ci scusiamo per i molti errori presenti dovuti alla fretta nel riportare più info possibili. Comizio per Gravina sindaco. Mimmo Talarico di IDV spera che a dargli la cittadinanza onorario sia un sindaco di sinistra. Se l’ospedale di Paola resterà aperto non è grazie a Scopelliti. Scopelliti ci racconterà una Calabria che non esiste. E ancora, Talarico continua col caso Reggio e Fallara. “Zio Silvio Ormai si occupa d’altro.” Conclude chiedendo ai “cari amici” di fare in modo che Paola continui ad essere democratica. Sono ricorrenti le voci che da qui a qualche mese cambierà l’aria della politica regionale. Ore 2040 interviene Di Natale. Mentre parla si avvicina al palco Salvatore Scalzo (candidato a sindaco di Catanzaro). In regione c’è une classe dirigente capace di dire si solo ad un padrone. Noi abbiamo de un no anche quando alla guida della Regione c’erano esponenti a noi vicini. Qualcuno diceva che in questa coalizione non si va d’accordo:il sottoscritto ha raddoppiato il sto impegno per il ballottaggio. Voglio salutare questa sera Alessandro Pagliaro che è presente in piazza. Ci sono tanti che prima erano con noi e che hanno odorato la vittoria passando dall’altra parte. In non in fatto una festa, mi sembrava doveroso ringraziare i miei elettori. Vorrei Chied all’onorevole Santelli che viene a Paola solo x le elezioni perché il venti settembre ha votato si x la chiusura dei tribunali minori e oggi lotta perché non chiuda. Interviene Roberto Perrotta che saluta Scalzo citando il caro recente delle elezioni a Catanzaro. A Paola invece di parlare di programmi si parla di animali. Avremmo voluto vedere Scopelliti durante l’alluvione e non solo in questo periodo. Guarda Salvatore a Paola è successo che un candidato a sindaco si è spero la briga di fomentare la gente qui soldi per le cooperative. Urlando e con voce tremante continua dicendo a Scopelliti di non prestare orecchio ai tuoi giovani. Vorremmo avere certezze su una classe dirigente attenta. Una bugia tra le altre è lo stato di salute delle basse comunali, vado via con un avanzo di due milioni o mezzo di euro. Lascio un comune con una Tarsu diminuita, che ha investito nelle energie alternative. Abbiamo fatto anche miracoli. Siamo stati puros eroi. In forse un errore l’in fatto, non bisogna correre ma camminare, avevo sottovalutato la bramosia degli altri. Basta vedere chi c’è al fianco di ferrari. Carlo corri. Paola non ha bisogno di balie. Interviene Scalzo. Catanzaro porta alla Calabria un messaggio di rabbia. Presidenti di peggio complici. . . Il senso istituzionale questa classe politica della regione me ha ben poca. Quella del modello Reggio è una politica etero diretta. Nella perversione del modello Reggio c’è l.assenza per trecento giorni e ci fa vedere solo in prossimità delle elezioni. Ringrazio Pagliaro. Bisogna stare uniti. Bisogna capire se questa Calabria debba stare davanti o dietro all’italia. L’italia ha ripudiato il pdl come modello di gestione. L’italia o l’Europa hanno voltato pagina. Conclude Gravina. Ho avuto modo di dirvi che sono una persona libera, non ho padroni. Per restare libero in preso la decisione dopo sedici anni di prendere le distanze da quel progetto politico che è fallito. Tra me e il mio antagonista dovete fare le differenze e scegliere in serenità. Dovete avere la certezza di scegliere le persone più adatte alla Paola di domani. Attenzione. Andate a votare per un paese senza odio, senza vendette. . . . Saluta.

Annunci