16 aprile / 16 maggio

PAOLA – Sipario curioso quello in piazza del Popolo dove Carlo Gravina attende il confronto con Basilio Ferrari che non si presenta.

La sua sfida non è stata raccolta da Ferrari per il semplice motivo che lo stesso ha spiegato nei suoi comizi nei quartieri: “non sono stato invitato, nessuno mi ha avvertito”. Aggiungendo che: “non voglio più continuare con una polemica inutile e soprattutto non voglio denigrare il mio avversario”.
Gravina era invece di altro avviso questa volta il confronto lo avrebbe voluto per “sfidarlo sui programmi”.

In piazza si siede solo. Una sedia in mezzo con un presunto moderatore che comunque non c’è. Nell’altra si accomoda lui e infine l’ultima rimane vuota, quella che avrebbe dovuto occupare il candidato della coalizione dei moderati. Attende una buona mezz’ora l’ex consigliere comunale e poi chiama i suoi fedeli sul palco. Accanto a lui ci sono tre candidati al consiglio Carlo Cassano, Raffaele Condino, il consigliere più votato Graziano Di Natale e Pasquale Guaglianone di Sel.

Ad aprire i lavori è Condino che si sofferma ancora sul fatto dell’assenza di Ferrari. “Non posso e non voglio sostituirmi al candidato a sindaco Basilio Ferrari, lo abbiamo atteso ma non è voluto venire”. Poi Condino è passato ad altro. “Voglio soffermarmi su quanto abbiamo fatto in questi anni con Roberto Perrotta. Motore portante dell’amministrazione uscente”. Parla di laboratorio politico Condino: “che può e deve essere continuato”. E ancora di raccolta differenziata, di cooperative e di lavoro.

A fargli eco è Carlo Cassano con un attacco al programma della coalizione dei moderati: “è quasi come quello della Lega. Non è credibile”. Quindi si chiede: “perché si sono bloccati i finanziamenti per Paola? Bisogna essere obiettivi. Non credete nelle falsità che vi dicono”.

Anche Guaglianone “nota” l’assenza del candidato a sindaco di centrodestra: “non si presenta perché non ha un programma”. Quindi fa un appello alla sinistra diffusa per votare Carlo Gravina.
Ferrari è ancora nei quartieri e parla di altro: “di una città che attende di decollare. Una città in cui è stato fatto davvero poco in questi anni. Una città dove si verificano episodi sospetti”. Poi un salto nella sezione Udc dove c’è l’assessore regionale Stilitani.

Infine una chicca. Da ambienti della coalizione di centrodestra si è appreso che si starebbe organizzando una contestazione a Scopelliti che questa sera sarà a Paola per la spinta finale a Ferrari.

Francesco Storino

SBIRCIATO su IL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA del 18/05/2012

Annunci