Espressione di insoddisfazione o di risentimento che si manifesta con proteste a mezza voce. Questo è il mugugno.

Sono questi a trapelare dalle sedi dei partiti. Nel frattempo però si susseguono incontri, telefonate, profili e rose di nomi da stilare e far leggere, riserve da sciogliere. Le voci girano tra le bocche dei “pappagadd i chiazza”, prima smentite poi riconfermate, in toto o parzialmente.

Crediamo non debba esserci fretta, si chiude solo oggi la prima settimana del neo sindaco Ferrari, nella prossima sicuramente dovrà scegliere.

Coloro che si sentono diretti interessati sono stanchi dell’attesa, in bilico, vorrebbero conoscere presto il proprio futuro.

Vicesindaco, presidente del consiglio e assessori. Vari nomi circolano nelle stanze della politica e nelle piazze. Primi non eletti che hanno dato cospicui contributi di voti alle liste, o seconde linee non meno importanti per il loro lavoro politico. La rosa di nomi dalla quale attingere vedrà tecnici o politici?

Accordi di massima saranno stati presi durante la campagna elettorale ma trapela poco, se non pettegolezzi.

Poche poltrone per tanti pretendenti.

Provando a capire il perché di tanta bagarre per le poltrone, cosa vorrà dire essere assessore oggi?

Sicuramente sarà un impegno gravoso per tutti se alla base ci sarà il solo bene della città. Sarà un lavoro difficile, impegnativo e delicato. L’impegno civico e lo spirito di servizio dovranno essere prevalenti su ogni altra motivazione che spinga ad accettare la carica assessorile.

Gli assessori sono eletti direttamente dal sindaco, il suo ruolo è sostanzialmente quello di collaboratore del sindaco. L’assessore è legato al sindaco da un rapporto fiduciario: egli, così come può nominarlo, allo stesso modo può revocarlo.

I propositi per la nomina degli assessori sicuramente seguiranno logiche meritocratiche. La differenza con chi ha amministrato per decenni si evincerà già dall’eventuale scelta sulla base dei loro curricula e rendendo trasparenti i processi decisionali.
Esortiamo la giunta a rendere pubblici i dati di ciascun assessore, sarebbe interessante che la stessa cosa sia fatta anche con i curricula di tutti i candidati a tale carica  in modo che tutti i cittadini potranno valutare la bontà della scelta.

Sarebbe stato interessante che i cittadini, insieme al sindaco avessero potuto eleggere anche la sua squadra, i suoi assessori.
E allora arriviamo noi in soccorso.

SBIRCIAPAOLA propone un modulo per eventuali auto candidature.

Così come già stato fatto dal Movimento 5 stelle di Grillo in altre realtà d’Italia, ci si potrà proporre al nuovo sindaco con dati scritti e non per “sentito dire”.

Inoltrateci via m@il il modulo compilato, lo faremo pervenire al sindaco Ferrari.

IL SOTTOSCRITTO ___________________nato a______________il____/___/_______

residente in ______________________ Via______________________n.____ Cap______________ Tel:_________/______________________ email:_________________________________

PARTECIPA

CON IL PROPRIO APPORTO E LE PROPRIE COMPETENZE AD AMMINISTRARE LA

CITTA’ DI PAOLA

INSIEME AL NEO SINDACO BASILIO FERRARI

E DICHIARA:

1) di godere dei diritti civili e politici;

2) di non aver riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali pendenti a carico, pena la rinuncia all’incarico da Assessore (prima della nomina renderò pubblico il mio certificato penale);

3) di essere in possesso dei seguenti titoli di studio: ________________________________________________________________________

4) di essere in possesso dei seguenti titoli attestati – specializzazioni- hobby – competenze di vario tipo – altro…: _______________________________________________________________________

5) altre informazioni utili (esperienze lavorative nella pubblica amministrazione, nel settore privato e nel “Terzo Settore”, ecc.) : _______________________________________________________________________

6) di condividere le proposte della coalizione che ha sostenuto la candidatura dell’eletto sindaco e di impegnarmi a perseguire il suo programma.

7) di autorizzare la pubblicazione dei miei dati, del mio curriculum e della mia fedina penale e di rendermi disponibile ad integrarli con documenti e a rispondere alle domande dei cittadini.

8) qualora nominato Assessore, di voler rimettere il mandato in mano ai cittadini ogni sei mesi.

Paola lì,_______________                                                  Firma

Annunci