Tag

, , ,

Il re nudo“, post di ieri che ospitava le note stampa di Cambia Paola e della Federazione della sinistra, è stato generato all’indomani della nota proveniente dalla segreteria del PSI cittadino che qui riportiamo. 

SBIRCIAPAOLA riceve e pubblica.

“L’arroganza (e l’ignoranza) di certi personaggi è proverbiale, ma sembra non aver mai fine. Ci riferiamo alle dichiarazioni di tale Marta Perrotta in occasione dell’incontro con Giovanni Impastato organizzato da Cambia Paola e Federazione della Sinistra giorno 20 giugno. La pervicace esponente politica, che si è contraddistinta nella passata campagna elettorale per le sue affermazioni consapevolmente false e ingannevoli nei confronti della coalizione la NOSTRA PAOLA, presente alla suddetta manifestazione ha aggiunto un’altra  perla di falsità al suo vasto reportorio, dicendo che l’amministrazione comunale non ha ricordato il compianto Tonino Maiorano ammazzato per sbaglio dalla criminalità organizzata. Vorremmo far tornare la memoria alla smemorata in mala fede, che l’amministrazione comunale ha dedicato allo sfortunato Tonino la palestra di contrada Tina, ha stabilito che il 21 luglio non venisse più festeggiato, che si è costituita parte civile nel processo. E ci fermimo quì non volendo entrare in altre iniziative che entrerebbero nella sfera personale.

L’amministrazione PERROTTA è stata quella che si è caratterizzata per aver intitolato vie, larghi, ecc. ai paolani che persero la vita per mano mafiosa e per aver combattutto contro il nazi-fascismo. Per ultimo – il 1° maggio scorso – la villetta di Piazza 1° Maggio (nei pressi della caserma dei cc), è stata dedicata a Placido Rizzotto, elemento di spicco del PSI, sindacalista della CGIL ucciso dalla mafia per il suo impegno a favore del movimento contadino per l’occupazione delle terre: In questa cerimonia non abbimo visto la presenza nè di Marta Perrotta nè di altre persone che soltanto a parole sono sensibili ai temi sociali.

p.La Segreteri PSI”

Annunci