Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

In riferimento al cosiddetto “parco connettivo” in costruzione sotto la villa, nel letto del torrente Fiumarella, SPP (SBIRCIAPAOLA PARTECIPATA) si permette di dire la sua.

Approfittiamo di questo post per aprire un nuovo capitolo di “partecipazione collettiva: SPP VERDE farà parte delle pagine dedicate alla progettazione partecipata.

Senza tornare sulle polemiche innescate dallo stesso blog in data 12/01/2012 riguardo l’azzardo di costruire in tale area, visto che le opere in c.a. realizzate sarebbe un peccato non continuarle (sperando che il rischio idrogeologico incombente le risparmi), proponiamo la nostra idea riguardo le varianti annunciate.

Condividiamo l’idea dell’assessore ai LL. PP. Dario Gaetano di un ascensore che porti velocemente e comodamente turisti e paolani a godere del parco sottostante la villa (e viceversa), ciò permetterà una frequentazione della zona senza l’ausilio delle auto.

A tal riguardo ricordiamo che più progetti sono stati redatti per questa area già nel 2004, grazie ad un workshop internazionale d’architettura organizzato dal Consorzio Marte e dal Gruppo Ventura. Sarebbe interessante organizzare una mostra così da ricordarlo alla la cittadinanza e stimolare “idee partecipate”.

Ci permettiamo di considerare che una struttura vetrata per l’ascensore non sarebbe consona ai luoghi in questione. E’ plausibile che possa creare un effetto serra per l’eccessivo calore che investe Paola da maggio a ottobre. Risulterebbero elevati i costi per la realizzazione della struttura in vetro e dell’impianto di climatizzazione necessario a sopperire all’inconveniente dell’effetto serra. Oltre agli elevati costi di gestione della stessa.

In località come le nostre, le strutture in vetro non sono particolarmente adatte se non con particolari accorgimenti che aumenterebbero i costi per ottenere benefici in fatto di confort ambientale.

Vista la vocazione “verde” dell’area, la villa a monte e il “parco” a valle, SPP propone un ascensore concepito come un “giardino verticale”: mentre sale (o scende) il fruitore godrà di un bel panorama attraverso il verde che lo riveste.

Oltre a mimetizzare la struttura, la vegetazione garantirà una climatizzazione naturale e un alto fattore schermante dal sole cocente paolano.

Ripuliamo paola partendo da un colore, il verde, per poi continuare con una vasta gamma per renderla più bella. “Una città più bella susciterà ai suoi cittadini sensazioni piacevoli facendo percepire loro una migliore qualità della vita.”

Riportiamo di seguito alcune immagini di “muri verdi”.

Annunci