Tag

, , , , , , , , , , , , ,

L’Italia è scesa in piazza per la semifinale degli azzurri contro la Germania. Molti i maxischermi allestiti in grandi e piccoli centri.

Per la finale contro la Spagna non possiamo non scendere in piazza anche a Paola. Tantissime le richieste pervenute al blog. Molti ci chiedevano se per la semifinale fosse stato organizzato qualcosa.

Per la finale di domenica abbiamo già ricevuto decine di mail con la stessa richiesta/proposta di esultare in piazza per una super Italia con un super Mario.

SBIRCIAPAOLA non può fare altro che informare chi di competenza col mezzo che ci è consentito, il web. Faremo da eco.

Quali le location più consone?

Piazza del Popolo, largo Sette Fontane, villa, …

E perchè non spostare tutto sul lungomare nella zona che SBIRCIAPAOLA ha indicato per un eventuale cinema all’aperto estivo? L’area di cantiere del porto (?), zona molo, con maxi schermo sulla battigia e i tifosi sulla spiaggia fronte mare.

48 ore di tempo, forza e coraggio. Pubblica Amministrazione e, specialmente privati, imprenditori, … Organizzatevi. Paola aspetta.

SBIRCIANDO su IL SECOLO XIX:

Roma – Il fischio finale della semifinale Italia-Germania è stato salutato da esplosioni di gioia nelle piazze delle città italiane. Sventolio di bandiere, caroselli di auto, bandiere tricolore e maglie azzurre hanno caratterizzato il dopo partita: giovani e meno giovani sono scesi in strada a far festa e a cantare l’inno di Mameli a squarcia gola.

Grande festa a Genova con caroselli di auto e i tifosi che si sono ritrovati in piazza De Ferrari.

«La finale di Euro 2012 Italia-Spagna sarà trasmessa al Circo Massimo», ha esultato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, che ha assistito al secondo tempo della partita in mezzo alla folla a Piazza del Popolo. «E qualcuno diceva che i maxischermi portavano sfortuna…», ha aggiunto con una battuta. Caroselli, cori ed entusiasmo hanno caratterizzato, nel dopo partita, la serata nelle strade del centro di Roma.

La vittoria contro la Germania è stata seguita col batticuore anche nelle zone terremotate dell’Emilia, nelle tendopoli di Medolla, San Felice, Mirandola e Finale Emilia dove in diverse centinaia hanno assistito al successo italiano dai maxi schermi. La semifinale, come del resto le altre quattro partite giocate sin qui dagli azzurri, ha riunito centinaia di persone, per lo più giovani.

Anche Bologna è scesa in festa per l’Italia finalista ad Euro 2012: al termine della gara è esplosa la gioia della gente nelle piazze e per le vie del capoluogo emiliano. I clacson delle auto in carosello sono diventati la colonna sonora della notte bolognese, invasa dai tricolori.

A Milano un’esplosione di gioia di una piazza Duomo gremita dai tifosi azzurri, ha accolto il fischio finale del match. E nella città è cominciata la festa con tanta gente in strada con bandiere tricolori e macchine a clacson spiegati per urlare la propria soddisfazione. In piazza Duomo per la prima volta in questi Europei è stato allestito un maxi-schermo dal Comune. Bandiere tricolori hanno sventolato a lungo non solo sotto la Madunina ma anche in gran parte della città, con caroselli azzurri improvvisati in centro e persino nei pressi della Stazione Centrale. Entusiasmo alle stelle anche in piazza Beccaria, dove il Comune ha organizzato dall’inizio del torneo un vero e proprio villaggio, l’EurArena, dove i tifosi hanno potuto seguire tutte le partite dei ragazzi di Prandelli.

Persino la comunità del Sacro Convento di Assisi ha seguito la semifinale dell’Europeo tra Italia e Germania, tifando per gli azzurri. I religiosi, provenienti da 18 nazioni, si sono riuniti nella sala tv. Tra loro anche uno originario della Germania, anche se il gruppo degli italiani era in netta maggioranza. Per lui, al termine della partita, «qualche sano e amichevole sfottò» ha riferito il direttore della sala stampa del Sacro convento, padre Enzo Fortunato.

Infine, da Taormina la gioia per la vittoria è stata espressa dall’attore e regista Carlo Verdone. «Ragazzi abbiamo vissuto una serata straordinaria, abbiamo visto la più bella Italia nel più bel posto del mondo», ha detto Verdone a fine partita, salendo sul palco del Teatro Antico di Taormina, dove ha seguito la partita sul maxischermo insieme al pubblico.

Annunci