Tag

, , , ,

SBIRCALTROVE propone una gita fuori porta: Cosenza 10/07/2012.

Prossimamente (speriamo) a Paola.

La casa editrice Round Robin prosegue la pubblicazione di graphic novel d’impegno civile: dopo l’opera su Don Peppino Diana e su Antonino Caponnetto, è la volta di una vittima della ‘ndrangheta, Adolfo (Lollò) Cartisano. L’opera è stata realizzata dal celebre Luca Scornaienchi – artista e performer cosentino – e sarà presentata il 10 luglio 2012 alle ore 20 presso il Bistrot del Teatro “L’Acquario” di Cosenza, nell’ambito della rassegna “Per una scandalosa normalità” a cura di Libera Cosenza, Centro Rat e Ossidiana. Nel corso della serata sarà proiettato anche il documentario “Comics Gegen Die Mafia”.

Il fotografo Adolfo Cartisano venne rapito a Bovalino il 22 luglio 1993. I sequestratori sorpresero Cartisano e la moglie Mimma in macchina. La moglie venne stordita con un colpo in fronte e abbandonata, mentre il marito fu sequestrato. Nonostante il pagamento di un riscatto, il fotografo non fu mai riconsegnato alla famiglia. Il sequestro provocò una sincera mobilitazione di piazza, al punto di spingere per la prima volta la Commissione parlamentare Antimafia a recarsi a Bovalino, dove i sequestri della ‘ndrangheta a scopo estorsivo erano stati già 18. Dopo pochi mesi dal rapimento furono arrestati i sequestratori, ma non si riuscirà mai ad arrivare ai carcerieri.
Il cadavere di Lollò Cartisano venne ritrovato solo nel 2003, grazie a una lettera anonima.

SBIRCIAPAOLA ne approfitta per segnalare il post del 23/06/2012 “LA CALABRIA SENZA ‘NDRANGHETA“, da una nota di Francesco Cirillo.

Annunci