Tag

, , ,

Le operazioni di disinfezione che avverranno questa notte si rendono necessarie per debellare i vettori di malattie infettive quali roditori, insetti volanti, zecche, scarafaggi ed altri insetti striscianti.
Sarebbe utile che le azioni di prevenzione su tutto il territorio comunale per contenere la proliferazione di topi ed agenti infestanti, continui anche dopo l’intervento municipale Queste che seguono sono alcune cautele che sarebbe opportuno seguire da parte della cittadinanza:
– i proprietari di terreni incolti, devono procedere alla loro periodica manutenzione tenendoli sempre privi di erbacce, detriti, immondizie, materiali putrescibili, macchinari obsoleti, carcasse di auto e da qualsiasi tipo di rifiuto;
– occorre evitare l’abbandono di oggetti e contenitori di qualsiasi natura e dimensioni, ove possa raccogliersi acqua piovana, ivi compresi copertoni, bottiglie, bidoni, lattine, barattoli e simili;
– bisogna provvedere alla sostituzione periodica, almeno settimanale, dell’acqua presente nei contenitori ubicati all’interno di proprietà private (sottovasi, secchi, bacinelle annaffiatoi, cisterne, ecc.), con la raccomandazione di eliminarla facendola assorbire dal terreno e non versandola nei tombini stradali o nei pozzetti privati; i suddetti contenitori andranno anche accuratamente puliti, provvedendo, ove possibile, alla loro copertura mediante strutture idonee, come teli di plastica tenuti ben tesi o zanzariere;
– è necessario coprire con zanzariere i bidoni contenenti acqua piovana da utilizzare per l’irrigazione degli orti, per il pericolo di creare focolai massivi di zanzare;
– periodicamente occorre controllare che grondaie e caditoie non siano otturate;
– periodicamente occorre ispezionare, pulire e trattare le caditoie interne ai tombini per la raccolta dell’acqua piovana, presenti in giardini e cortili privati e dotarli eventualmente di reti antizanzare;
– ai responsabili dei cantieri edili si raccomanda di evitare la stagnazione di acqua in bidoni o altri contenitori e di impedire che i materiali di risulta dell’attività del cantieri generino raccolte d’acqua; occorre curare la derattizzazione e la disinfestazione dell’area adibita a cantiere almeno una volta al mese;
– ai proprietari e responsabili di depositi di ogni genere di materiale, si chiede di adottare tutti i provvedimenti necessari ad evitare che, per qualsiasi motivo si creino raccolte d’acqua;
– si chiede ai gestori di depositi, anche temporanei, di copertoni di svuotarli di eventuali raccolte d’acqua al loro interno; di ridurre al minimo i tempi di stoccaggio dei copertoni fuori uso; di provvedere alla disinfestazione quindicinale degli stessi con prodotti liquidi nebulizzati; di non consegnare alle imprese di smaltimento o di recupero, copertoni contenenti acqua.

Annunci