Tag

, , , , ,

Molte persone, cittadini paolani e turisti, si saranno chiesti il perchè di determinate scelte, passeggiando con tanta acrobazia e dimenandosi in una gimcana tra i tavolini di via Valitutti, centro storico di Paola.
Tre esercizi commerciali hanno ognuno il loro gradevole sfogo esterno con sedie, tavoli e poltroncine, siepi e ombrelloni, vasi e cottillons.
Sembra però che ognuno guardi al proprio orticello senza pensare al caos creato per una dislocazione degli spazi propri, inadeguata sotto svariati punti.
Vista la nuova pavimentazione che da qualche anno caratterizza la via, per il deflusso delle acque meteoriche si è pensato di creare due “solchi” paralleli. Nulla di strano se non fosse che nessuno degli esercenti che sfruttano tali spazi, o meglio, anzi peggio, nessuno di coloro che dalla casa comunale hanno delimitato gli spazi per ognuno, ha mai considerato questi “confini naturali”.
Le persone che intendono passeggiare, anche solo per recarsi presso uno degli esercizi commerciali, sono costrette a fare zig zag tra orde di arredi e commensali, fermarsi per far passare altri che nella strettoia cercano di evitare di dare gomitate a chi sta ingurgitando un pezzo di pizza o un gelato, o bevendo una birra: «prego, passi lei col passeggino», «grazie» rispose la neo mamma cercando di governare il passeggino nel “guado” della caditoia. Ci sono tratti stretti che non arrivano a un metro e mezzo di larghezza.

Non ci vuole tanto, solo usando la logica, chiunque proporrebbe di allineare al centro, tra le due caditoie, sedie e tavoli di gelateria, pizzeria e pub. I metri quadri di ognuno spalmati al centro creeranno così due corsie rettilinee per passeggiare tranquillamente. E’ uno spazio più stretto dell’attuale? Ok, allunghi la tua pertinenza fino a raggiungere la superficie che ti è stata assegnata dal Comune. I camerieri dovranno fare solo qualche metro in più per raggiungere gli ospiti, il tutto sarebbe più ordinato e comodo. Per tutti.

A proposito di superficie assegnata dal Comune? La TOSAP (TASSA OCCUPAZIONE SPAZI ED AREE PUBBLICHE) siamo sicuri che tutti la pagano? Equamente?

E il fantomatico spazio di circa 3 metri e mezzo per il passaggio di un’eventuale autombulanza? Forse non sarebbe garantito neanche con la soluzione proposta da SBIRCIAPAOLA ma si potrebbero prendere provvedimenti diversi rispetto il caos esistente.

 

Annunci