Tag

, , , , , ,

Inchiesta di LUIGI POLITANO, “editore e giornalista Fuscaldese ma Paolano di frequentazioni”.

Sono quasi seimila, non hanno uno stipendio fisso, ma sul loro lavoro si fonda buona parte della giustizia italiana. Sono i magistrati “onorari”: possono sostenere l’accusa o giudicare in sostituzione di quelli “togati” sulle cause di competenza del giudice monocratico.
Siamo andati al tribunale di Torino a vedere cosa fanno. Il procuratore capo Marcello Maddalena: “Senza di loro i giudici togati non ce la farebbero”. Lavorano tutta la settimana (week end compreso), ma sono pagati poco e vivono in un precariato perenne, perennemente prorogato. Clicca qui per il video.

SBIRCIATO su http://video.repubblica.it

Annunci