Tag

, , , , ,

Petizione per dimezzare il numero dei Parlamentari ed eliminare il diritto all’indennità pensionistica dopo soli 60 mesi di attività Parlamentare.

Clicca qui per firmare la petizione.
Divulga la notizia, alla spending review devono partecipare tutti, parlamentari compresi.

Al Presidente della Corte Costituzionale Alfonso Quaranta e p.c. al presidente della Corte dei Conti Luigi Giampaolino, e p.c al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Per i poteri conferiti al popolo dall’art. 1 della Costituzione (Sovranità assoluta), esercitandoli nelle forme e nei limiti previsti, i cittadini firmatari della presente petizione chiedono:
– nel rispetto dei diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, che la Repubblica Italiana riconosce e garantisce nell’art 2 della Costituzione. – in ottemperanza di quanto previsto dall’arti. 3 della Costituzione che stabilisce compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che limitano di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impedendo il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese un immediato provvedimento volto a dimezzare il numero di Parlamentari e l’immediata eliminazione del diritto all’indennità pensionistica dopo soli 60 mesi di attività parlamentare.
La Repubblica Italiana ha il dovere di garantire una condizione economica adeguata a far fronte alle comuni necessità dei cittadini e di restituire il diritto al lavoro riconosciuto nell’Art. 4 della costituzione nel quale la Repubblica si è impegnata a promuovere le condizioni che rendono effettivo questo diritto.
I Cittadini sottoscrittori della presente petizione, in assenza di un esito veloce e positivo e di tutti gli interventi atti a garantire un graduale ed efficace abbattimento del debito pubblico, non esiteranno a fare ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell’uomo.

Annunci