Tag

, , , , ,

Pesaro, 27 luglio 2012 – “Azienda seria e referenziata cerca uomini decisi, di poche parole e prestanza fisica.Possibilmente ex culturisti o ex galeotti, per recupero crediti in tutta Italia. Molto apprezzate origini meridionali, calabresi o siciliane. Si offre contratto e lauti compensi. Inviare cv, necessariamente con foto intera. Astenersi perditempo. Sede di lavoro: Pesaro. Settore: sicurezza-vigilanza. Orario: full time. Livello: impiegato”.
E’ l’annuncio choc pubblicato qualche giorno fa (per la precisione il 24 luglio) sul sito specializzato Subito.it da un’agenzia di recupero crediti di Pesaro. Un’offerta di lavoro che non è passata inosservata alla Rete che nelle ultime ore l’ha rimpallata in lungo e in largo, nonostante l’annuncio sia stato bannato poche ore dopo la sua pubblicazione online, per le proteste di alcuni internauti offesi dal contenuto giudicato “razzista”.
“E’ stato rimosso? Non capisco perché… cosa c’è di strano in quell’annuncio? Cerchiamo persone prestanti”.Ha risposto alla nostra richiesta di chiarimenti Michele Logiurato, titolare della Src srl di Pesaro, l’azienda di sviluppo reti commerciali che attualmente conta una quindicina di collaboratori e ricerca impiegati full time per il recupero crediti. “E’ chiaro che è una provocazione – prosegue l’imprenditore -. E’ un modo come un altro per essere più visibili. Sono contento che la mia creatività imprenditoriale funzioni. Sono riuscito nel mio intento, evidentemente”.
Evidentemente sì. In Rete i rimpalli sono continui: dai social network ai blog e un coro unanime di proteste. “Manca il lavoro da tutte le parti – sottolinea Logiurato – e mi arrivano curriculum ridicoli. Di gente che esce dalla scuola, non sa fare niente ma pensa ‘chissà cosa ci vuole a fare il recupero crediti’. E invece no. Questo non è un lavoro per mollaccioni. Io cerco gente che sappia che questa è una cosa seria, che faccia il suo lavoro con disinvoltura sapendo i rischi che corre. Noi siamo un gruppo di sei aziende e abbiamo oltre 100 cause in atto, per una ragione o per l’altra, e avvocati da pagare. Abbiamo bisogno di recuperare i crediti. E’ chiaro che non cerco un assassino, uno che vada a riscuotere con la pistola o le maniere forti… cerco qualcuno che riesca a transare con i debitori nel migliore dei modi”.
E in quanti l’hanno contattata fino ad ora? “Mi sono arrivati una decina di curriculum. Solo due si avvicinano al profilo che cerco… gli altri purtroppo mi avevano preso in parola. Ma ripeto. Era solo una provocazione. E ne ho in mente altre per il futuro”. Non abbiamo dubbi a tal proposito, dato che il personaggio in questione è Michele Logiurato, imprenditore del settore dell’Oro che mesi fa è stato vittima di un ingente furto (la denuncia riportava la cifra di 500mila euro), un uomo che ha un passato da sensitivo in televisione e anche trascorsi politici nel Msi.

SBIRCIATO su ilrestodelcarlino.it, di Tiziana Petrelli

Annunci