Questo slideshow richiede JavaScript.


Si è svolto domenica 26 agosto, presso lo stadio comunale di Paola, patrocinato dall’assessorato allo sport del Comune, il PRIMO TROFEO DI RUGBY Città di Paola.
La neo nata compagine paolana RUGBY PAOLA & co. ha schierato 15 giocatori in campo contro l’ASD Scuola Rugby Cosenza che sportivamente ha ceduto 4 dei suoi per cercare di equilibrare le disparità tecnico atletiche.
L’incontro ha visto prevalere la squadra di Cosenza, sicuramente più organizzata ed esperta.
I ragazzi di Paola sono usciti dal campo a testa alta pur avendo subito 10 mete e un infortunio. Hanno dimostrato con tenacia di non aver paura: la maggior parte di loro, alla prima esperienza in una partita di rugby a 15, si sono impegnati contro giocatori più tecnici, più atletici e anche più grossi.
La squadra non parteciperà all’imminente campionato di serie C ma si sta cimentando come sparring partner per migliorare qualitativamente in questa nobile disciplina sportiva. La crescita del gruppo si evince dal non aver riportato infortuni gravi e dall’aver limitato i danni fino all’ultimo secondo. Pochi mesi d’allenamento: circa nove per la metà dei ragazzi, da due a tre per la restante parte, con questa poca esperienza il miglioramento è stato percepito anche dalla squadra avversaria che ha avuto parole di elogio dal suo presidente Salvatore Pezzano.
“Non ci resta che allenare le gambe perchè il cuore e la testa si sono viste moltissimo!!!” Questa la dichiarazione di Simone Ferraro, uno dei giovani appena approdati in squadra.
Senza dirigenza e senza allenatore, ma piena di entusiasmo e voglia di conoscere il Rugby nella maniera più pulita possibile, dentro e fuori dal campo, il gruppo di Paola e dintorni ha reso godibile la manifestazione di domenica anche alle decine di spettatori presenti sugli spalti dello stadio Tarsitano di Paola.
La buona riuscita del Trofeo Città di Paola è scaturita dalla volontà della “Rugby Paola & co.” di far conoscere questo sport ai paolani, e non.
Dopo l’incontro il classico terzo tempo ha rifocillato i giocatori e i loro supporters, tra loro anche il sindaco di Paola Basilio Ferrari che si è fermato con i ragazzi anche durante la visione del film Invictus proiettato sul campo da gioco grazie alla New Services di Cristian ed Ennio Ferrari.

Questi i protagonisti della Rugby Paola & co.:
Marco Salerno che, anche se fermo da 4 mesi ha fatto valere il suo “peso”;
Fabrizio Di Buono che ha fatto l’estremo, il centro, l’ala, …, di tutto;
Boris Litrenta che dalle serate alcooliche è passato alla partita senza timore, senza allenamenti, solo per l’amore verso questo sport, solo per l’attaccamento al gruppo;
Andrea Lattari che stoicamente, anche con la caviglia malconcia avrebbe continuato a giocare per “placcare alto”;
Francesco Giulino che ha speso tutte le sue energie;
Domenico Spagnolo che, crudo di allenamenti, tecnica e conoscenza delle regole, si è dato al 100%;
Edoardo Stefano che con un solo polpaccio ha affrontato la sua prima esperienza di rugby senza timore;
Giuseppe Peppone Serpa che ripeteva spesso in campo “non voglio uscire, ce la faccio”;
Giovanni Tavilla che ha ancora “tatuati” in volto  i segni degli scontri in mischia;
Mirko Giordano che ha governato gli arrembaggi degli avversari dall’alto del suo metro e sessantasei e 60 kg;
Luca Pastore, il nostro saltatore in touche;
Simone Ferraro che è stato un valido sostegno in difesa;
Italo Generoso che a testa bassa e occhi chiusi ha giocato con coraggio;
Luigi Colella che a 41 anni non vuole ancora appendere le scarpe al chiodo;
Antonio Giglio e Pietrone Coscarella, i pilastri della squadra che anche se costretti a vedere la partita dalla panchina perchè precedentemente infortunati, hanno sostenuto tutto il gruppo.

Annunci