Tag

, , , , ,

Il torrente Scirocco rompe gli argini. È bastata una mezza giornata di pioggia, caduta forte e con insistenza nella serata dell’altro ieri, per provocare i primi problemi in zona Badia.
Lo Scirocco ha provocato danni e disagi agli allevatori e non ha consentito ad alcune famiglie, a causa del fango e del pietrisco presente, di far ritorno nelle proprie abitazioni. I mezzi comunali anche ieri erano al lavoro per ripristinare la situazione. Problemi anche sull’arteria principale di Fosse che è stata parzialmente invasa da fango e detriti. Sul posto si sono anche recati il sindaco di Paola, Basilio Ferrari, il consigliere comunale Silvio Buono e l’ex assessore comunale Saverio Veltri. Non a caso il primo cittadino per prevenire aveva disposto la pulitura dei torrenti cittadini. Ma non è riuscito ad evitare però, che il fiume rompesse ancora una volta gli argini.
Nulla a che vedere comunque con il 2010 quando la città è stata interessata da un violento nubifragio che l’ha messa in ginocchio. I segnali ci sono e non possono essere trascurati. Bisogna intervenire presto per evitare il peggio. Le zone a rischio sono e rimangono tante.
SBIRCIATO su GAZZETTA DEL SUD del 5/09/2012 – FRANCESCO STORINO

SBIRCIAPAOLA segnala quanto aveva urlato a gran voce mesi fa:

  • Dossier di Legambiente, nella mitigazione il comune ha svolto un lavoro insufficiente. Leggi qui.
  • Paola a rischio. Leggi qui.
Annunci